Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 11 settembre 2008

A Panda piace...



Mi smonto, scappo, rido, inciampo.
Sono un comico da vaudeville, un cantore dell’ombra, un poeta innamorato di un’attrice del muto.
Faccio puzze da Guinness, bevo Guinness, ho apprezzato Alec Guinness, soprattutto in Guerre Stellari.
Mi nascondo dietro il bordo della vita, strappo il confine tra la realtà e il sogno, mangio di notte, scivolo da un letto a un altro e arrossisco perché il sesso non è contemplato.
Spizzico bocconi di talento, mi nutro di sentimento, virtuoso del Control C, affezionato al lato B.
Mi distinguo, non mi estinguo.
Vorrei spiegarvi il mondo, ne sono capace.
Ma preferisco il letargo.
A Panda Piace.