Si è verificato un errore nel gadget

martedì 17 giugno 2008

Il Paz, secondo me




Hai la matita d’oro!
Lascia stare il papa!
Il presidente non si tocca!
Via quelle siringhe!
Tappati la bocca!
Parlaci del tuo lavoro!

E poi c’ero io, ventiduenne in equilibrio su una lastra di ghiaccio, a guardare l’elogio funebre di un genio che non conoscevo bene, splendente e insoddisfatto, raccontato tutto in una notte su Teleroma 56. L’avevo incontrato in Comic Art, Andrea Pazienza. Mi aveva stretto la mano, avevamo parlato di soldi e di donne che spendono soldi. Ne sapevo poco, come di tutto il resto, perché avevo vissuto la strada ma non l’avevo capita. Pur di non rimanere zitto, buttai lì una cazzata, che lo fece ridere un po’.
Poi mi accodai alle menti migliori della mia generazione: riesumai il grande autore, lo spolverai per bene e lo misi in libreria, a prendere polvere nuova.
Vent’anni dopo i nemici ci sono ancora, ma non è rimasto in giro nessuno abbastanza bravo per mettere i sottotitoli giusti ai monologhi delle maschere di cera.
Pazienza faceva i dispetti anche da grande, perché era come l’incredibile Hulk: se lo sgridavi, diventava più bravo.
Adesso disegna ancora, senza colori e senza fogli.
Niente paradiso, nessun inferno.
Cercalo in quel ghirigoro di luce, quando apri la tenda la domenica mattina. E' un disegno superiore, di cui sei in balia, che ti strappa un sorriso e ti fa a pezzi il cuore.
Parla anche da dietro il velo, il grande autore.

25 commenti:

keison ha detto...

meraviglia.

IL GABBRIO ha detto...

Non c'è lettura critica, solo un viscerale piacere nel leggere.
Mamma mia che bello!

makkox ha detto...

eh.
niente va.
Certe volte ricado nell'illusione che con il duro esercizio, la disciplina, l'applicazione, prima o poi anch'io...
Lasciamo perde.
Ho avuto da subito un senso di antagonismo e amore per paz.
L'antagonismo se ne andò mestamente nel cesso dopo un po'.

tu si ppoeta guagliò.
quasi dimenticavo di confermartelo.
Ma se mi metto sotto, se m'applico, se m'esercito di brutto, prima o poi anch'io...

(sigh!)

Lollo ha detto...

Grazie, Cane Mucca! Sei un grandissimo!

Ed! - il blog a fumetti ha detto...

Ellosapevoio... lo sapevo.
M'hai fatto venire il magone pure te. di nuovo. Tu e quell'altro screanzato canemuccoso.
Ve possino....

:°(

bel pezzo.

spino ha detto...

Lo posso dire?

Lo dico.

L'unica cosa per cui ti abbia mai veramente invidiato è questa. :)

mari ha detto...

...che splendida immagine riconoscerlo disegnare in quel..."ghirigoro di luce tra le tende aperte in una domenica..." mi è arrivata al cuore. Grazie!

Anonimo ha detto...

@ Marina: Grazie, bella! Esci dall'ombra, che con gli amici si sta bene!
@ Spino: sì, lo so... mi invidi la prosa postmoderna, da mascalzone latino!
Lollo

Manu ha detto...

Quel giorno ero in montagna con i miei, avevo portato i miei kili di fumetti da leggere per combattere la noia,la notizia la appresi comprando comic art perchè lassù eravamo senza televisione, c'era la storia di Astarte e un trafiletto che annuciava che sarebbe rimasta incompiuta.
Che peccato Paz.

denism ha detto...

Bellissime parole Lorenzo..

Ele ha detto...

commovente e sincero, a tratti farebbe venir voglia di sorridere, se non fosse per l'amaro in bocca, un pò come quando sei felice ma sai già che finirà (senza malinconia!)

spino ha detto...

@ Lollo:

Per non parlare dell'irresistibile magnetismo animale!:)

Maurizio ha detto...

bellissime parole Lorenzo,
sono vent'anni che le cerco e finalmente,grazie a te,le ho trovate ;)

Anonimo ha detto...

grazie, maurizio... troppo buono!
lollo

stazzitta ha detto...

Ma io sono la mitica anatra migrante, sono ancora una volta perpetuo moto sono la brocca sognante, desiderio di vuoto. E se le mie arroganti parole d'un tempo, son finite segnalibro d'un volume dimenticato pure ti chiedo ara il mio campo a scoprirlo.

Fabrizio ha detto...

vabbè sò arrivato tardi e hanno già detto tutto...
parole meravigliose...
Fabrizio

AlessandroDiVirgilio ha detto...

Non posso che quotare in toto maurizio e ringraziarti.

Xtiana ha detto...

Passo da queste parti dopo un tempo infinito e mi becco un pezzo di poesia... Ma che bello!

Anonimo ha detto...

Grazie a tutti, davvero.
Lollo

darioskji ha detto...

Complimenti tanti davvero
Dove trovo il libro?
sarai mica una mosca da bar?

Anonimo ha detto...

Lo trovi in libreria, edizioni BD. Ma se non lo trovi, prova a ordinarlo! Grazie per i complimenti. Più che una mosca da bar - visto che bevo pochissimo - sono un curioso frequentatore di quei posti, da sempre!
Lollo

Claudio Cerri ha detto...

Mi associo a tutti i bei commenti che hai ricevuto!

darioskji ha detto...

il paz secondo noi...
http://bazardelleparole.ilcannocchiale.it/post/1961815.html

Giangidoe ha detto...

Bellissime parole.
Che mi fanno sentire ancora più in colpa per le mie lacune (direi totali) su Andrea Pazienza.
Rimedierò. Prima o poi, rimedierò...

devitalizart ha detto...

bellissima