Si è verificato un errore nel gadget

venerdì 13 aprile 2007

Fare l'amore a Tralfamadore





Kilgore Trout aveva una macchina da scrivere a reazione.
Gli bastava accenderla e veniva fuori sempre qualcosa di buono, magari un racconto che i più attenti hanno potuto leggere a pagina 32 di un numero qualsiasi di “Tope Spalancate”. La sua era una fantascienza pessimistica, che si è sempre differenziata da quella ottimistica per via del fatto che, se c’erano dei missili in giardino, prima o poi qualcuno li faceva esplodere. Sul pianeta Tralfamadore, Kilgore Trout aveva immaginato l’esistenza di cinque sessi, tutti indispensabili per la procreazione. Nessuno ha creduto abbastanza all’esistenza di Tralfamadore. Nessuno, tranne il miliardario Eliot Rosewater, che ha finanziato una spedizione per cercare di raggiungerlo. Alla guida della sua nave spaziale, a forma di gabbia per canarini con lo sportello aperto, c’è lo scrittore Kurt Vonnegut. Questo è un estratto dell’intervista a Vonnegut, partito il giorno 11 aprie del 2007, sotto i migliori auspici:

D: Signor Vonnegut, non crede che la Terra le mancherà?
R: No. Se qualche anno fa mi avessero detto che il mio Paese sarebbe stato governato da tre tizi chiamati Bush, Dick e Colon, avrei provocato un cronosisma e convinto i miei avi a rimanersene in Germania.
D: E che ci dice della sua famiglia? Come farà senza di loro?
R: Sono robusti di cosituzione e imparentati con dei dottori. Se la caveranno.
D: Qual è la prima cosa che chiederà a un Tralfamadoriano, ammesso che ne troverà uno?
R: Mio padre era talmente distratto che una volta lasciò dieci centesimi di mancia a mia madre, che stava sparecchiando la tavola dopo la colazione. Ecco: vorrei avere quella leggerezza, quella capacità di amare i piccoli gesti folli e inutili. E il dono di saper scrivere come Kilgore Trout.
D: Le manca?
R: Perché... a lei no?

Ci manchi, Kilgore.
A pagina 32 di “Tope Spalancate”, leggiamo l’inizio del suo ultimo racconto. Si intitola: Fare l’amore a Tralfamadore

“Tralfamadore ha due soli e due tramonti. Quindi, ogni abitante gode della doppia dose di romanticismo genetico. Due balli della scuola, due primi baci. Doppia fatica e doppia ricompensa. L’amore, a Tralfamadore, è studiato a scuola nella doppia ora di Educazione Sessuale. E gli scienziati l’hanno esaminato a lungo, riuscendo a scoprire che è composto da***”

A questo punto, il giornale “Tope Spalancate” presenta un difetto nella composizione linotipistica e offre agli occhi del lettore una autentica Topa Spalancata, in infinite tonalità di rosa.

17 commenti:

Lollo ha detto...

Per Kurt Vonnegut. Perché mi andava e perché è l'unico modo per esorcizzare una perdita del genere. Addio, e grazie per tutto il pesce... avrebbe detto quell'altro. Ma se n'è andato pure lui.

Anonimo ha detto...

Ho aperto il blog di Lollo per lasciare qualche parola in memoria del grandissimo Kurt che ieri è partito per destinazioni ignote ai più.
Ma non ce n'è bisogno.
Una lacrima si è fatta parole in questo breve racconto.
Non so... a me piacerebbe che ci fosse qualcosa nell'aldilà solo per poter conoscere gente come lui.
Ciao KV, ci si becca a Tralfamagore.

Fabio

IL GABBRIO ha detto...

...Buon Viaggio Kurt...

Anonimo ha detto...

Non dico che sembra che è scritto da lui ma ci vai vicino. Rispetto. Per tutti e due.
S

ottokin ha detto...

Volevo scrivere due parole sulla scomparsa di KV, ma credo che mi asterrò, preferisco leggere le tue di parole che sai come usarle.
Grazie.

PS= già CI vedo nel privèè di Napoli Comicon.

Lollo ha detto...

Grazie, Paolino! Calcola che - contemporaneamente a quando hai lasciato il tuo messaggio - io ero sul tuo blog a chiedermi se postare qualcosa sul 7 a 1. Ma poi, da vero signore, mi sono astenuto...

L'Immaginauta ha detto...

Accendo anche il mio lumino, ovviamente bello satanico.

Perchè, come diceva Vonnegut, la vita è fatta per cazzeggiare, e non credete a chi dice altrimenti...

rob101 ha detto...

quando ieri ho letto la notizia sul tuo blog ho pensato che gli avresti dedicato un racconto... non conoscevo questo autore, ma sinceramente mi spiace, visto l'importanza che aveva per te.

rob101 ha detto...

o meglio che ha...

Mish ha detto...

Lollo, con la tua frase su/di Adams mi hai letteralmente tolto le parole di bocca.
Una perdita enorme.

Luigi Serra ha detto...

Grazie per questo omaggio a Kurt Vonnegut. Io conosco molto poco questo autore. Ma mi hai fatto venire curiosità e cercherò di approfondire la conoscenza della sua opera.

mah ha detto...

peccato che si dica TrafalmaDore, con la D non con la G
http://en.wikipedia.org/wiki/Tralfamadore

Lollo ha detto...

Ho corretto. Grazie per la precisazione.

Alessandro Di Nocera ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alessandro Di Nocera ha detto...

Uno splendido omaggio a un artista della parola e dell'immaginario.

Lollo ha detto...

Grazie a tutti e benvenuto ad Alessandro.

madmac ha detto...

forse può farvi piacere leggere questa bella intervista a Vonnegut fatta dai tipi di McSweeney
http://www.mcsweeneys.net/2002/09/16vonnegut1.html