Si è verificato un errore nel gadget

martedì 24 luglio 2007

Punishing kiss






Caffè e cornetto, totocalcio e totip, flipper e Space Invaders: la vita di Giovanni, detto Kamasaro, procede a coppie fisse come gli schiaffi, quelli che non diventano mai dispari.
Fuori dal Bar 2000, si accende le Marlboro dure con i fiammiferi svedesi. Che poi, a pensarci bene, 2000 è due volte 1000, e stiamo parlando di un anno di là da venire, talmente lontano che ci saranno robot a coppie, se non a doppie decine di migliaia.
Anche la ragazza arriva da lontano, nel senso che scende giù da Viale Furio Camillo e all’inizio è un punto bianco e nero dall’andatura promettente. Kamasaro ingoia il fumo con foga ordinata e dalle due narici escono sottilissimi scarichi, da doppia marmitta efficiente.
Lei si sta avvicinando e le promesse diventano concrete realtà. I seni sono sodi e sfidano la gravità della forza medesima. Le gambe tornite e belle danzano tuca-tuca su zeppe trampolate. E gli occhi. Due. Azzurri. Vispi come un Campari doppio, con due cubetti di ghiaccio. Il Kamasaro prepara un approccio classico e uno originale, mentre lei passa oltre e mostre due chiappe da pesca giallona inzuppata nel vino. L’approccio originale ha facilmente la meglio per due a zero e il nostro articola la seguente frase:
- Scusa... sto preparando l’aggiornamento dell’Elenco del Telefono e mi manca il tuo numero.
Lei si volta, sorride e fa partire il suo contributo alla storia di questa storia:
- Io ti conosco.
- Davvero?
- Sì. Sei il romano medio, quello che non fa un cazzo, che vive fuori al bar e dà fastidio alle ragazze con un bel culo. Sei tu?
Il Kamasaro valuta attentamente e scuote due volte la testa.
- No.
- E chi sei, allora? Stupiscimi.
Il Kamasaro sorride, trasformando la Marlboro in un proiettile tracciante, che fa due rimbalzi sull’asfalto e poi muore.
- Campione di Flipper e di Space invaders, licenza media presa in sei anni, due sorelle estetiste, una madre, che però si è sposata due volte e quindi vale doppio. Due cani, due gatti.
La ragazza si avvicina e valuta il coatto. Parte un bacio dispari e il Kamasaro capisce che niente ritorna, perché tutto parte per destinazione ignota, con un biglietto di sola andata. Il Bar 2000 partecipa al bacio con la colonna sonora di una radio privata:
- Da Egle a Paoletto: Just the two uf us...
E non c'è niente da capire.

33 commenti:

-harlock- ha detto...

E io che pensavo che in cottura volesse dire ancora qualche giorno e invece l'hai fatto alla coque..
Due immagini porterò con me a lungo: la pescanoce inzuppata nel vino (che magari è old pure questa ma io non la sapevo!) e il nome del baciatore fumogeno:
Kamasaro è pura poesia.

Recensione: bel pezzo, originale come sempre e in generale da far leggere a tutti quegli (aspiranti?) scrittori che hanno problemi a capire il significato della parola "stile".

Skiribilla ha detto...

La magia di un bacio dispari...

E la colonna sonora è assolutamente giusta per questo pezzo in cui ci si ritrova a sorridere da soli come idioti.

Anonimo ha detto...

rullio bello snello snello sto sfragnato come un piattello,dormo zero gioco tutto,fora piove e' quasi agosto!bimbetta cresce bubu settete,mamma a parigi tiette forte,fumo carte pizze e pure er tour de france.CHIVU RESTA?CUTOLINA & NELLA mollo sfruses shampoo MOZZICHETTI pelo a pelo,ho finito TU FRATELO.

IL GABBRIO ha detto...

Caldo, fresco, dolce, amaro, posato, intrigante, reale, fantastico e tanto altro, un mix di sapori e sensazioni, come sempre, e come sempre tutto molto vivo e dal segno inconfondibile!

Grande il prof!

lollo ha detto...

@harlock
Ce l'avevo in punta di dita!
@skiribilla
Mi fa piacere che tu intervenga spesso. Mi piacciono i tuoi commenti!
Siso e Gabbrio, invece, sono due cari amici. Si possono accontentare di un saluto!

Spiridion ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Spiridion ha detto...

I Dire Straits dicono che succeda in ogni strada, ma io penso che la tua sia sempre un pò speciale

( ho eliminato il commento per un errore dovuto all'ora tarda ed al caldo che rapido distrugge gli ultimi neuroni)

Cirincione ha detto...

pesche noci inzzuppate nel vino... sbav sbav...

Sappi che l'illustrazione di Carnevale ha dipinto un sorriso più ebete del solito sul mio volto e che il tuo raccontino mi è piaciuto molto... pesche noci inzzuppate nel vino... sbav sbav...
p.s. e il Prof. a Space Invaders non lo batte nissuno!

Anonimo ha detto...

No, scusate tanto. Ma questa Lollo non me la doveva fare.
Le pesche noci nel vino? Le pesche noci nel vino? LE PESCHE NOCI NEL VINO?
Nel vino (bianco e freddissimo) ci vanno assolutamente, indiscutibilmente, indubbiamente le GIALLONE.

Baci al Siso lontano e un applauso al mio amico Lollo

Fabio

Lollo ha detto...

La pesca, come per incanto, è diventata GIALLONA! Ma le chiappe a pesca-noce rendono meglio l'idea della compattezza dei glutei...

Anonimo ha detto...

Bhè, non osavo tanto. Sembra quasi un esperimento di scrittura collettiva alla Luther Blisset o alla Wu Ming.
(Sarà anche perché a me le pesche noci non piacciono come tutti gli ibridi. Però, in effetti, dal punto di vista evocativo, la pesca noce ha un suo perché).

Comunque, ancora applausi

Fabio

-harlock- ha detto...

Ma cazzo.
Ho aperto il blog e ho visto un'immagine nuova e ho pensato "ma ce n'è un altro!"
Questo è sadismo però.

Lollo ha detto...

Capito la tattica? Io, intanto, metto il raccontino on-line, così il Maestro va in puzza (in senso buono...) e mi gratifica di un piccolo gioiello illustrato!

Anonimo ha detto...

Lollo è come gli extravecchi vecchi (scatola gialla), nun t'accanna mai!

Stefano

RRobe ha detto...

Bravo.
Bravo.

giorgio pontrelli ha detto...

matematicamente vincente! e nomi azzeccatissimi!:)
G.

fernando ha detto...

Bà, sei tu, vero?

Fernando

Matt Neverno ha detto...

Applausi sinceri.

lollo ha detto...

Sono io, Ferna'!

-harlock- ha detto...

Agosto penna mia (o tastiera) non ti conosco, eh?
E' quasi un mese.
Sigh.

Skiribilla ha detto...

Su, Signor Bartoli...

spino ha detto...

A sor bartoli, bloggo anch'io!!! ("no, tu no...")

:D

lollo ha detto...

Domani finisco le vacanze... poi sono caxxi vostri!

spino ha detto...

c'hai paura che te porto un'altra volta Ismaele il Logorroico? :D

IL GABBRIO ha detto...

prof...ti prego, torna e aggiorna, il circuito blog è vuoto senza i tuoi racconti, e poi. da chi traggo ispirazione io?

lollo ha detto...

Getto la maschera... come qualcuno sa, ie edizioni BD hanno l'insana idea di fare un libro cartaceo dei miei raccontini da blog. Dovrebbe uscire a Novembre, in occasione della Fera di Lucca. Spero che la notizia possa farvi piacere. Per rispetto di chi fosse interessato all'acquisto del volume cartaceo, ho deciso di aggiungere dei racconti inediti, che sto scrivendo in questi giorni. Quel materiale, dunque, non vedrà la luce sul blog, ma da metà settembre (quando il ibro sarà ormai in grafica e quasi in stampa) comincerò a inserire nuovissimi racconti on line. che dire? Spero che abbiate la pazienza di seguirmi. Oppure, e questa è un'ipotesi interessante, prima di metà settembre inserirò on line dei racconti che non c'entrano niente con l'atmosfera da bar. A prestissimo!

-harlock- ha detto...

Primo acquirente, presente!;)
Per il resto: nel primo caso vorrà dire che soffriremo in silenzio.
Nel secondo caso: hai al massimo tredici giorni, uomo...

IL GABBRIO ha detto...

Primo acquirente parimerito!!!
Non vedo l'ora...

un allievo sempre più orgoglioso di essere tale!!!

MarcoS. ha detto...

attendo con ansia questi racconti...l'unica curisità è se il libro( non chiedetemi come) rispecchierà in qualche modo le "atmosfere" del blog.

-harlock- ha detto...

"prima di metà settembre inserirò on line dei racconti che non c'entrano niente con l'atmosfera da bar"

Ah-ehm!
La metà di settembre scade tra due giorni, eh?
No, così per dire..
(o hai deciso di percorrere la prima delle due ipotesi?)

Luigi Serra ha detto...

Ci siamo quasi per i nuovi racconti?

brian-GraphiCat ha detto...

spero che il libro contenga i disegni di carnevale

Anonimo ha detto...

A incontrarlo uno così !

Alessandra